Informazioni sul set

L’Ultimate Secret Lair

Secret Lair: Ultimate Edition, prevista per l’uscita il 29 Maggio 2020 esclusivamente nei game store, ci presenta finalmente nuove versioni delle fetch lands di colori nemici provenienti da Zendikar del 2009. Ogni box fa da display commemorativo e contiene una copia di ognuna delle cinque carte, le cui illustrazioni nuove di zecca ci trasportano su cinque diversi piani sparsi per il multiverso.

Nuovi artwork

La reinterpretazione di Acquitrino realizzata da Alayna Danner ci riporta al pittoresco mondo di Lorwyn: la metà superiore dell’illustrazione è brillante e soleggiata, una tipica Pianura con addirittura un piccolo ruscello nel mezzo, che termina tuttavia in una pozza stagnante. Pur avendo virato per un’atmosfera più greve, l’art rimane stupenda da guardare: come le Paludi di Lorwyn la pozza è circondata da giunchi e coperta di ninfee.

Il Laghetto Bollente di Adam Paquette è estremamente dinamico, molto più delle altre illustrazioni, il ché è particolarmente degno di nota dato il carattere paesaggistico del soggetto. Fuoco e acqua si scontrano da qualche parte a Dominaria, mentre ammiriamo attraverso il vapore un laghetto assediato da fiumi di lava provenienti dalle colline che lo circondano. Sebbene questa scena si possa trovare ovunque, e molte illustrazioni in Magic si sono infatti ripetute più e più volte nel corso degli anni, sembra la rappresentazione perfetta di una terra il cui destino non è ancora stato scritto, in bilico fra il diventare una Montagna e un’Isola.

Le Catacombe Verdeggianti di Sam Burley, al contrario, rappresentano un luogo calmo, sobrio, quasi spettrale.  La lapide abbandonata riportante il simbolo di Avacyn ci colloca su Innnistrad, un mondo in cui un’adeguata sepoltura funge anche da deterrente per il ritorno del deceduto sottoforma di zombie. Questo sepolcro sembra essere svanito dalla memoria dei viventi da molto tempo: la natura ha rivendicato il proprio posto al centro della scena, fornendo un interessante spunto per un diverso approccio alla ciclicità della vita.

E quale migliore location per una Mesa Arida del piano desertico di Amonkhet? John Avon dimostra ancora una volta la propria bravura con un lavoro di qualità, che fa leva sulla luce prodotta da uno dei due soli di Amonkhet al tramonto.

Seb McKinnon, altro preferito dai fan, ha potuto infine dipingere le lussureggianti giungle di Ixalan tramite la sua Foresta Pluviale Nebbiosa, che riporta di nuovo il marchio di fabbrica del proprio autore, particolarmente riguardo alla tridimensionalità dell’immagine: sembra quasi di sentire gli spruzzi d’acqua sulla propria pelle!

Quantità limitate

La maggior parte dei negozi riceverà non più di una decina di copie di questo Secret Lair: Ultimate Edition, facendo di queste carte degli oggetti da collezione molto rari. Accaparratevene uno finché potete!


cardPreview